Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Giovedì, 13 Ottobre 2016 10:42

Precisazioni del Vicesindaco Antonio Bravi sull’articolo apparso sul Corriere Adriatico del 12 ottobre 2016

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nota dell'amministrazione comunale di Recanati

Nell'intervento dell'Architetto Mario Sensini, ex dirigente dell'ufficio tecnico comunale durante la Giunta Corvatta, apparso oggi sul Corriere Adriatico, si legge che i rilievi recentemente sollevati dall'ANAC sarebbero addebitabili alla Giunta Fiordomo.

L'Arch. Sensini afferma che sarebbe addebitabile all'attuale Giunta la stipula di una convenzione del valore di oltre 12 milioni di euro, mentre la precedente convenzione che Egli ha approvato sarebbe stata stipulata per un valore di 6 milioni di euro.

In altri termini l'Arch. Sensini addebita all'attuale Giunta di avere 'stravolto' il progetto nell'agosto del 2012, provocando il raddoppio dei costi.

Tale rilievo però è smentito dai documenti che sono agli atti del procedimento.

La convenzione stipulata in data 05.06.2009 contemplava già un valore del project di oltre 12 milioni di euro, e tale valore risultava, in particolare, dal Piano Economico e Finanziario asseverato.

Più in particolare il costo delle opere risultava essere pari ad € 13.277.000,00, con la conseguenza che, ove la nuova Giunta insediatasi il 22.06.2009 avesse voluto provvedere alla revoca della concessione ai sensi dell'art. 158 del previgente Codice dei Contratti Pubblici, sarebbe stata tenuta a corrispondere al concessionario un indennizzo superiore a 2.000.000,00 di euro sulla base dell'art. 14 della convezione dallo stesso Sensini sottoscritta quale rappresentante del Comune.

Su tale argomento senza commenti inutili si riporta  un passaggio della delibera dell’ ANAC relativo all’affidamento avvenuto con convenzione sottoscritta il 5 giugno 2009  :” l’architettura procedurale dinanzi illustrata, evidenzia che in realtà non si tratta di una concessione di concessione di un bene e della sua gestione, bensì piuttosto, di un suo mascheramento con un contratto congiunto ( ……. omissis) e di un autonomo contratto di gestione di un parcheggio comunale senza il vaglio del mercato. (…..omissis) . Con ciò le varie prescrizioni date dal Comune in sede di riconoscimento di interesse pubblico alla proposta dell’ATI originaria hanno comportato una variante pari a circa il doppio dell’importo posto a base dell’avviso pubblico”   Le perplessità che erano state espresse su quel progetto hanno trovato piena conferma nelle gravi carenze riscontrate nel corso dello svolgimento dei lavori (maggiore valore delle permute già previste dal precedente progetto, grazie a scritture private firmate dallo stesso architetto che  l’ANAC ha definito generiche, contraddittorie, non trascritte e prive di effetto reale transattivo  per un importo di € 800.000,00, che, in aggiunta alla necessità di collegare V.le Adriatico con Via Campo Boario  hanno determinato hanno determinato la necessità di procedere ad un riequilibrio che non è oggetto di contestazione da parte dell'ANAC.

Viceversa costituisce oggetto di pesanti rilievi dell'ANAC sia la procedura seguita per l’affidamento, che  la previsione di due società di progetto, che l'Arch. Sensini nella propria dichiarazione dichiara di avere previsto nell'interesse pubblico, e che, invece, nelle censure dell'Autorità, rappresenterebbe una grave violazione dei principi che regolano l'istituto del Project Finance, non essendo ammessa una scissione delle responsabilità della costruzione e della gestione dell'opera pubblica.

Certamente l’Arch. Sensini dimostra grande coraggio nel difendere il  suo operato, sul quale peraltro forse sarebbe il caso di stendere un velo pietoso, scaricando su altri responsabilità evidentemente sue.

D’altra parte i numeri e le date non sono una opinione, per cui alleghiamo stralcio del Piano Economico Finanziario approvato dalla Giunta Comunale con delibera 142 del 18/06/2008, parte integrante della convenzione firmata dallo stesso Arch. Sensini in data 5/06/2009.

Letto 1840 volte Ultima modifica il Giovedì, 13 Ottobre 2016 10:45