Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Venerdì, 25 Marzo 2016 11:57

Pasqua e Pasquetta a Recanati

Vota questo articolo
(0 Voti)

turisti a recanati 21 700x364Pasqua e Pasquetta a Recanati, per godere della storia, delle tradizioni, delle bellezze artistiche ed anche della buona cucina. Ci si avvia verso il tutto esaurito nelle varie strutture di ristorazione e la citta’ e’ pronta ad accogliere i turisti compresi quelli che viaggiano in Camper grazie all’area attrezzata di Villa Teresa.

La città della poesia e del bel canto è tirata a lucido con il nuovo selciato di Via Roma ed è pronta a mostrare i suoi tanti gioielli custoditi nei Musei Civici che saranno visitabili anche lunedì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Ai capolavori di Lorenzo Lotto, alla storia dell’emigrazione marchigiana nel mondo e ai cimeli di Beniamino Gigli presso il teatro Persiani, l’offerta culturale quest’anno si arricchisce grazie al museo sull’Arte dei Sacelli, i luoghi della Vergine Loretana a Recanati la cui apertura è stata ulteriormente prolungata proprio alla luce delle tantissime presenze registrate dal giorno dell’inaugurazione avvenuta lo scorso 9 dicembre. Un allestimento, quello collocato a Villa Colloredo Mels, che raccoglie i Sacelli provenienti da chiese e musei di tutte le Marche e legato all’anno giubilare della misericordia indetto da Papa Francesco. Sarà una Pasqua sicura con la Polizia Locale impegnata anche nelle ore serali. Insieme agli agenti della municipale saranno in azione per il controllo dei parchi Villa Colloredo e Colle dell’Infinito, anche i volontari dell’Associazione Carabinieri e del gruppo comunale di Protezione Civile. Un occhio particolarmente attento sarà riservato anche al decoro urbano con gli operatori pronti a rendere la città pulita ed accogliente. Intanto tutto è pronto per il Venerdì Santo, a partire dal rito delle 3 ore che come tradizione si svolge presso la Chiesa di San Vito alle 13,30. Quest’anno il predicatore è Padre Francesco dei Cappuccini di Montemorello. Il rito, che rappresenta un momento di meditazione sulla passione e morte di Gesù e sulle sette parole da lui pronunciate sulla croce, sarà accompagnato dalla Schola Cantorum. Un ruolo importante è svolto dalla confraternita dei sacconi che cura l’allestimento della chiesa , raccoglie le offerte e poi schioda il cristo dalla croce per deporlo sulla  bara con cui viene successivamente portato in processione che a Recanati è sicuramente una tra le più solenni e particolari della zona. Ad accompagnarla ci sarà il concerto musicale B. Gigli che qualche giorno fa ha celebrato i suoi 200 anni di attività. Una particolarità è costituita dal ritmo della marcia che è scandito dal battito della scandola, uno strumento di legno che, nella Settimana Santa, sostituisce il suono delle campane. La processione avrà inizio alle ore 20,00 con partenza dalla Chiesa di San Vito.

Letto 2558 volte Ultima modifica il Sabato, 26 Marzo 2016 12:50