Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Mercoledì, 04 Marzo 2015 11:04

BALLATA DI UOMINI E CANI FA IL PIENO DI CONSENSI AL PERSIANI, ANCORA UN TUTTO ESAURITO PER LA STAGIONE TEATRALE PROMOSSA DA COMUNE E AMAT

Vota questo articolo
(0 Voti)

ballata2 Marco Caselli Nirmal P174 240 midAncora un tutto esaurito al teatro Persiani. Il quinto e penultimo appuntamento della stagione teatrale promossa dal Comune e dall'Amat, è andato in archivio con uno strepitoso successo di pubblico. A meritarsi il lungo applauso finale sono stati i protagonisti di Ballata di uomini e cani a partire da Marco Paolini che ancora una volta ha mostrato tutta la sua incredibile abilità attraverso un magnifico tributo a Jack London. Al Persiani è andato in scena un racconto coinvolgente che ha lasciato a lungo lo spettatore con il fiato sospeso per poi farlo scoppiare in una improvvisa risata, incantando ed entusiasmando l'intera platea. Suggestiva la scenografia così come le musiche composte ed eseguite da Lorenzo Monguzzi con Angelo Baselli e Gianluca Casadei rispettivamente alla chitarra e voce, clarinetto e fisarmonica. Ballata di uomini e cani si è sviluppato in tre racconti della durata di circa mezz’ora ciascuno più uno costruito su episodi giovanili tratti dalla biografia di Jack London. Affascinante e coinvolgente la sua forma, simile a quella di un canzoniere teatrale con brani tratti da opere e racconti del noto scrittore e con musiche e canzoni ad essi ispirate che non hanno svolto soltanto funzione di accompagnamento ma di narrazione, alternandosi e dialogando con la forma orale come ha spiegato lo stesso Marco Paolini. Il cartellone 2014 / 2015 si conclude l'11 aprile con "Non ce ne importa niente"di Giorgio Bozzo con le Sorelle Marinetti. La nuova stagione teatrale del Persiani ha registrato un autentico boom come testimoniano i tutto esaurito degli spettacoli andati in scena sin ora e l'aumento degli abbonamenti e delle presenze che già nel 2013 / 2014 avevano evidenziato un + 31%. Il tutto a fronte di una spesa passata dai 160mila euro dello scorso anno agli attuali 109mila, non intaccando assolutamente la qualità del cartellone.

Letto 915 volte