Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Lunedì, 09 Marzo 2015 09:45

RECANATI RICORDA FARINA A VENT'ANNI DALLA SCOMPARSA, L'OCCASIONE è L'AMICHEVOLE UNDER 16 ITALIA GERMANIA

Vota questo articolo
(0 Voti)

Una sala stampa a lui dedicata ed una mostra permanente per ricordare le gesta atletiche ed umane dell'unico recanatese che ha vestito la maglia della nazionale italiana di calcio. A vent'anni dalla scomparsa la città della poesia e del bel canto onorerà così la memoria di Giuseppe Farina, protagonista in serie A negli anni 50 con le maglie di Udinese, Torino e Sampdoria. L'occasione per ricordare uno degli atleti piu' illustri di Recanati sarà l'amichevole delle nazionali under 16 Italia - Germania in calendario mercoledì 18 marzo allo stadio "Nicola Tubaldi" con fischio di inizio alle ore 15,00 ed ingresso libero. Il match, per certi versi storico visto che mai sino ad oggi si è giocata una gara di livello internazionale all'ombra del colle, sarà la vetrina ideale per intitolargli la modernissima sala stampa dell'impianto sportivo, incastonata all'interno della struttura che ospita anche gli spogliatoi, la sede e gli uffici dell'US Recanatese 1923. Nei locali sarà inaugurata anche una mostra permanente per ripercorrere le tappe fondamentali di un calciatore che rappresenta senz'altro un orgoglio ed un vanto per la Recanati sportiva e un punto di riferimento per i tanti giovani che si avvicinano al mondo del calcio, alla luce delle sue incredibili doti tecniche, atletiche ma sopratutto di lealtà sportiva come testimoniano le 219 partite disputate consecutivamente in serie A che hanno rappresentato un record assoluto, secondo solo a quello raggiunto da Dino Zoff. Giuseppe Farina in carriera ha totalizzato 297 presenze e 3 reti nella massima serie con le maglie dell'Udinese con cui ha vinto un campionato di serie B, Torino e Sampdoria prima di chiudere la carriera alla Recanatese di cui è divenuto poi allenatore. Arcigno difensore si è guadagnato anche una convocazione con la nazionale italiana, vestendo la maglia azzurra l'11 novembre del 1956 nella gara Svizzera - Italia terminata 1 a 1 e valevole per le qualificazioni alla Coppa Internazionale.

Letto 781 volte Ultima modifica il Giovedì, 26 Maggio 2016 09:48