Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Giovedì, 19 Marzo 2015 09:22

UNA GRANDE GIORNATA DI SPORT CON GLI AZZURRINI, TANTI GIOVANI SUGLI SPALTI DEL TUBALDI PER L'AMICHEVOLE INTERNAZIONALE

Vota questo articolo
(0 Voti)

Un evento storico che ha visto protagonista la città di Recanati insieme al numerosissimo pubblico che ieri pomeriggio ha gremito il Tubaldi. La città leopardiana mai prima d’ora aveva ospitato una partita della nazionale professionistica e la risposta è stata senza dubbio positiva. Vedere lo stadio Tubaldi traboccante di gente che colorava con tante bandierine le gradinate dell’impianto recanatese è stato uno spettacolo da brividi, così come udire le note degli inni nazionali una volta che le due squadre erano schierate a centrocampo. Il bel tempo ha poi contribuito a far accorrere tanti giovanissimi ad assistere ad Italia-Germania, partita che vedeva coinvolte le nazionali Under 16. Molte sono state le scolaresche che in pullman hanno raggiunto Recanati da diverse località della regione, per non parlare delle tante squadre di calcio giovanili che non si sono volute perdere il prestigioso evento. Numerosi anche gli addetti ai lavori ed i semplici curiosi ed appassionati di calcio che hanno reso magico il pomeriggio all'ombra del colle. In campo non è andata bene per gli azzurri, la Germania si è dimostrata superiore conquistando meritatamente la vittoria per 2 - 0. ”Abbiamo incontrato una squadra di primo livello- è l’opinione di mister Daniele Zoratto-i nostri avversari hanno meritato di vincere. Non siamo stati dominati ma obiettivamente la Germania ha meritato il successo. I gol sono il frutto di nostri errori, ma potevamo prendere gol anche in altre occasioni. Sono rimasto sorpreso dall’affluenza e dall’attaccamento dimostrato dal pubblico. Sono di origine marchigiana e so quanto questa regione tenga al calcio”. Ma l’esito della partita non intacca una bella giornata di sport, terminata con l’inaugurazione della nuova struttura adiacente agli spogliatoi. Alla presenza delle autorità, del Sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, del delegato allo sport Mirco Scorcelli, del presidente della Recanatese Sandrino Bertini, del Vice-presidente della società giallorossa Angelo Camilletti con la partecipazione dei rappresentanti della nazionale è stata “battezzata” la nuova costruzione adibita a Sala Stampa, uffici dell’U.S. Recanatese e un’ampia palestra. La struttura è stata intitolata ai fratelli recanatesi Giuseppe ed Ettore Farina, due icone del calcio degli anni 50 e 60. All’interno della costruzione è stata allestita una mostra fotografica permanente che racconta le gesta di Giuseppe Farina, unico recanatese arrivato a vestire la maglia della nazionale nel novembre del 1956 a Berna nell’incontro Svizzera-Italia.
Letto 929 volte Ultima modifica il Giovedì, 26 Maggio 2016 09:25