Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Mercoledì, 15 Aprile 2015 09:05

A RECANATI SI ALZA IL SIPARIO SUL FESTIVAL DEL SAPER VIVERE, VENERDI' LA PRESENTAZIONE DELL'EDIZIONE 2015 E LA TAVOLA ROTONDA SULLE STAGIONI DELLA VITA

Vota questo articolo
(0 Voti)

Viandanza 2015 Manifesto 700x1000 Loreto Sirolo 1

Alpha Omega 20150417 Recanati

In attesa delle giornate festivaliere del 9 - 10 - 11 ottobre, il Festival del Saper Vivere, spazio di riflessione e formazione sui delicati temi del fine vita e delle cure palliative, organizza, il prossimo venerdì 17 aprile dalle ore 15 presso Villa Colloredo Mels a Recanati, un incontro formativo su “Alpha-Omega, le stagioni della vita” , tema della prossima edizione.
Si tratta del primo di una serie di incontri itineranti che porteranno il festival ad attraversare l’intera regione, incontrando professionisti ECM e i cittadini nelle cinque province marchigiane. Agli incontri formativi si associano gli itinerari della “Viandanza” costruiti con l’aiuto del CAI, un modo per godere dei luoghi meravigliosi delle Marche camminando insieme come metafora delle cure palliative. L’intero programma verrà svelato venerdì stesso a Villa Colloredo Mels alle 12 in conferenza stampa alla presenza del Sindaco Francesco Fiordomo e dell'Assessore alle politiche sociali Tania Paoltroni.
«Venerdì saremo a Recanati, per inaugurare un percorso che porterà il Festival a toccare le cinque province marchigiane  – spiega il direttore artistico Ayres Marques Pinto – Un modo questo per attraversare le tematiche della prossima edizione e per coinvolgere in maniera itinerante quanta più gente possibile».
"Quest’anno con gran piacere ed entusiasmo ospitiamo l’apertura del Festival del saper vivere “fino alla fine" - dice l'assessore Paoltroni -. Si parte dall’idea che la morte non è il contrario della vita, semmai la morte rappresenta il corrispettivo opposto alla nascita, ed ambedue i momenti sono parti costitutive dell’esistenza umana. La proposta del festival è quella di generare nuove riflessioni sulle stagioni della vita e trovo umanamente accettabile che si investa nelle cure palliative, nella terapia al dolore e non meno nell’amore da riversare sul prossimo sofferente. Le cure palliative consistono nell’attiva e totale assistenza del paziente terminale quando la patologia non risponde più alle terapie; esse hanno un carattere interdisciplinare, il loro scopo non è quello di favorire e/o accelerare il morire, ma bensì garantire una qualità di vita accettabile sino alla fine. Non si possono trovare scorciatoie, la morte non può essere la soluzione di un problema …mi  viene da rafforzare il concetto che la dolcezza appartiene solo alla vita anche nei suoi attimi finali".
L’incontro, realizzato grazie alla preziosa collaborazione degli enti patrocinanti, il Comune di Recanati e l’ASUR Marche, e con il supporto delle associazioni BibliHospice-Biblioteca Itinerante Gianni Papetta,  l’Associazione Ponte Blu, il Movimento Hospice Marche e il Worldwide Palliative Care Alliance, si aprirà alle ore 15 con l’obiettivo di generare nuove riflessioni sul nascere, sul morire, e sull'adolescenza, che rappresenta metaforicamente sia la prima che l’ultima stagione della vita. Dopo la presentazione affidata al direttore artistico, al dirigente medico dell’Hospice di Loreto, Enrico Boaro e al coordinatore della Società Italiana Cure Palliative, Carlo Brunori, si alterneranno gli interventi dello psiconcologo fiorentino Roberto Calosi, dello psichiatra dell’Università di Siena Giovanni Bonelli, dello psicoterapeuta dell’Hospice di Fossombrone Fabio Izzicupo e del rappresentante CAI Martino Scattolini. Alle 17 si aprirà una tavola rotonda moderata da Maurizio Bonsignori, oncologo fondatore dell’Istituto Oncologico Marchigiano, e che vedrà intervenire sui temi “Nascita - Infanzia”, “Adolescenza”, “Fine vita”, alcuni illustri medici ed intellettuali. Interverranno il dirigente medico dell’ARS Marche Lucia Di Furia, la psicologa del consultorio di Loreto Rita Gatti, l’accademico dell’Università di Pordenone Antonio Loperfido, il palliativista dello IOM, Giordano Galeazzi, il presidente dell’associazione “Maruzza Regione Marche Onlus”, Elmo Santini, e il coordinatore infermieristico dell’Hospice di Loreto Andrea Marconi. All’incontro di formazione del venerdì, seguirà la Viandanza Loreto- Sirolo di domenica 19 con partenza da Piazza della Madonna a Loreto alle ore 10 e con arrivo a Piazza Vittorio Veneto a Sirolo alle ore 14.30. Per info e adesioni visitare il

 sito www.festivaldelsapervivere.com, chiamare il 342 7416115 o scrivere a festivaldelsapervivere@gmail.com.

Letto 1306 volte