Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Giovedì, 28 Maggio 2015 08:48

PRONTO IL PROGETTO PER IL RECUPERO DEL COLLE, IL SINDACO FIORDOMO LO INVIA A FRANCESCHINI E AI PARLAMENTARI MARCHIGIANI

Vota questo articolo
(0 Voti)

colle riqualificazione 3

Mentre ditte specializzate stanno intervenendo per sistemare le zone interessate dagli ultimi smottamenti, è stato inviato al Ministro Franceschini e ai parlamentari marchigiani lo studio progettuale elaborato dagli uffici comunali per il consolidamento e la rigenerazione complessiva del Colle dell'Infinito. Il Sindaco Francesco Fiordomo e l'intera Amministrazione Comunale di Recanati incalzano il governo affinchè parta una graduale operazione di recupero che veda insieme anche l'associazionismo culturale e privati cittadini che potrebbero sostenere l'ingente sforzo economico stilato in 6 milioni di euro. Il progetto per proteggere e salvaguardare il colle piu famoso d'Italia che ispirava le liriche del grande poeta Giacomo Leopardi, sempre piu' apprezzato anche all'estero come testimonia il successo ai botteghini francesi del film Il giovane Favoloso di Mario Martone, è racchiuso in un plico composto da oltre 50 pagine supportate anche da documentazione fotografica e planimetrica. L'intervento messo a punto dai tecnici comunali è particolarmente complesso e spazia dal punto piu' alto del Monte Tabor al parco letterario Giacomo Leopardi sottostante il colle, zona urbanisticamente vincolata
a livello paesaggistico e sottoposta ad un piano particolareggiato. L'obiettivo è quello di preservare il territorio il più possibile nelle condizioni di integrità geologico-morfologico e quindi paesaggistico, rispettando le innate vocazionalità ed allo stesso tempo di valorizzare anche attraverso il recupero ,gli elementi caratterizzanti del paesaggio, della storia e della memoria del luogo reso immortale dai versi di Giacomo Leopardi. Contestualmente si intende rendere maggiormente fruibile il Colle Leopardiano fornendo una serie di direttive pianificatorie, indirizzi programmatici ma anche concrete iniziative di manutenzione del territorio in grado di avviare un progetto di ripristino e riqualificazione dell'intera area circostante con il consolidamento dei dissesti idrogeologici, la manutenzione del patrimonio botanico vegetazionale e il restauro dei manofatti storico culturali. La'nalisi delle problematiche, condotta attraverso una prima rapida raccolta di documentazione d'archivio confrontata con rilievi e sopralluoghi, ha evidenziato la prioritaria necessità di stabilizzare il Monte Tabor ed il versante sottostante tra sud e ovest. Il tutto tenendo conto dello studi o e le previsioni del Prof. Arch. Salvatore Dierna nel Piano Particolareggiato di Risanamento e conservazione del versante della Città Storica. Per il raggiungimento dell'obiettivo è necessario avvalersi di un approfondito studio geognostico, idrogeologico ed idraulico che analizzerà nel dettaglio i fattori locali che hanno predisposto e fatto sviluppare un dissesto geomorfologico su un'area molto ampia. Lipotesi progettuale va dalla sistemazione idraulico - vegetazionale dei fossi alla realizzazione di opere di contenimento interrate e di consolidamento del viale Colle dell'Infinito, dalla regimazione delle acque mediante drenaggi al rifacimento e potenziamento del sistema fogniario lungo tutti i percorsi pedonali. Previsto anche l'adeguamento, dove è possibile, di percorsi per il superamento delle barriere architettoniche mediante l'adattamento delle pendenze o la realizzazione di rampe e scivoli.

Letto 1604 volte