Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Giovedì, 19 Maggio 2016 11:06

Sabato 21 maggio “Chopin soirée” con il pianista Alberto Nones e le letture di Laura Pontoni

Vota questo articolo
(0 Voti)

“Chopin soirée”, in programma questo sabato 21 maggio alle ore 21,15 all'Auditorium del Centro Mondiale della Poesia, nell'ambito delle Serate Musicali promosse dalla Civica Scuola di Musica B. Gigli in collaborazione con l'Assessorato alle culture del Comune di Recanati, non è un concerto classico tradizionale, ma una lettura-concerto. Consiste nell’esecuzione al pianoforte di una selezione di Mazurke di Chopin, intercalate dalla lettura, affidata a un’attrice, di un testo di Alberto Nones che racconta la vita del musicista. La Polonia del primo Ottocento, la Parigi di Chopin con le sue trasformazioni sociali e politiche, amori, successi, delusioni, prendono così forma nell’immaginazione del pubblico evocati dalla magia delle musiche scritte contemporaneamente a questo divenire storico e biografico, in un flusso unico di spettacolo della durata di meno di un’ora. Al pianoforte, lo stesso autore del testo, Alberto Nones, nuovo acquisto del corpo docenti della Civica «B. Gigli». Alle letture, Laura Pontoni. A latere del concerto verrà reso disponibile in vendita il doppio CD di Alberto Nones con l’integrale delle Mazurke di Chopin, un lavoro pubblicato da Continuo Records nel 2016 che sta incontrando il favore del pubblico e della critica. Da alcune recensioni: "…un viaggio dell’intelligenza verso la grazia finale in cui la mente e il cuore si congiungono, razionale e irrazionale si uniscono a definire i confini della bellezza. Provatevi a distinguere, in queste mazurke interpretate da Alberto Nones, dove finisce l’intelligenza della lettura musicale e dove comincia l’emozione della scoperta di un mondo nuovo. Sono esattamente la stessa cosa." DINO VILLATICO. “…una nuova interpretazione che si pone sotto il segno della morbidezza di suono, dell'ampiezza di fraseggio, con un equilibrio fra sobrietà ed espressività, fra misura e languore, fra gusto e abbandono, veramente ottimo." LUCA CIAMMARUGHI
“…una dinamica assai discreta, lontano dalla retorica romantica... È chiaro come l’intento di Nones non sia ottenere effetti plateali, ma rendere percepibile un pensiero compositivo e il modo in cui nelle Mazurke sia testimoniato il suo cambiamento.” STEFANIA NAVACCHIA

Nota della Civica Scuola di Musica B. Gigli

Letto 1574 volte