Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Venerdì, 27 Dicembre 2019 08:58

Approvato il Bilancio di Previsione per il triennio 2020-2022

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nota dell'Amministrazione Comunale  - Sulla scia del lavoro, intenso e proficuo, svolto da tutta la struttura per la predisposizione e l’approvazione dell'aggiornamento al DUP (Documento Unico di Programmazione) e della bozza di Bilancio di Previsione approvata in Giunta ai primi di dicembre, il Consiglio Comunale nella seduta del 23 dicembre ha approvato il Bilancio di Previsione per il triennio 2020-2022. Così il Comune di Recanati ha confermato quella che ormai è prassi consolidata, vale a dire di dotarsi del principale strumento di programmazione per il triennio successivo entro il precedente esercizio con indiscutibili vantaggi per l’operatività dell’Ente, soprattutto per la possibilità di avviare da subito gli investimenti previsti.

Dal punto di vista delle entrate va rilevato che l’IMU sarà applicata con le stesse aliquote e modalità dell’anno precedente, così come l'Addizionale IRPEF. Anche la tassa rifiuti (TARI) resterà invariata allo stesso livello dal 2011, quando aveva subìto una riduzione generalizzata del 6,3%.

La previsione in questa fase deve essere fatta applicando il principio della prudenza per quanto concerne i trasferimenti statali, le entrate tributarie ed anche i dividendi provenienti dal Gruppo Astea. Di conseguenza si è operato in una prospettiva di contenimento della spesa, spalmato su quasi tutti i settori.

Non sono previsti aumenti di tariffe a carico dei cittadini, rinunciando anche all’adeguamento ISTAT per i servizi a domanda individuale, mentre si conferma l’obiettivo fondamentale di salvaguardare il livello di spesa nel sociale, continuando tuttavia nell’opera di razionalizzazione e riorganizzazione dei servizi in modo da incrementare la quantità delle prestazioni offerte conservando un elevato standard di qualità.

Confermati anche i livelli di spesa per tutti gli interventi a sostegno della scuola: il contributo alle direzioni didattiche, il pre-scuola e la vigilanza, il sostegno ai ragazzi con disabilità, il sostegno linguistico, l’attività sportiva, i trasporti.

La spesa corrente prevista per il 2020 si attesta sui 18.200.000 euro di cui 2 milioni relativi al rimborso quote di prestiti che genererà una riduzione dell'indebitamento complessivo dell'Ente, visto che a fronte di tale esborso è prevista l'accensione di nuovi mutui per euro 750.000.

Per quanto concerne gli investimenti, non mancano interventi importanti come la manutenzione straordinaria delle strade, delle scuole e degli edifici comunali, i miglioramenti ai Cimiteri e gli interventi a parchi e giardini.

Di notevole interesse l'intervento di adeguamento sismico del complesso scolastico di S.Vito, che avrà inizio il prossimo giugno, finanziato con i residui fondi del sisma Marche-Umbria del 1997.

Infine è il caso di ricordare le molte opere pubbliche in corso, finanziate in esercizi precedenti e che interesseranno i prossimi mesi ed anni: il Museo della Musica (euro 690.000), la ricostruzione della Scuola B.Gigli (euro 4.175.000), l'ampliamento del Palazzetto dello Sport (euro 1.230.000), il risanamento del dissesto idrogeologico sul versante del Colle dell'Infinito (euro 5.860.000).

  

 

Letto 243 volte Ultima modifica il Venerdì, 27 Dicembre 2019 10:54