Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Giovedì, 29 Marzo 2018 17:24

Ancora un furbetto del tesserino disabili, nei guai un professionista di Porto Recanati

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nota della Polizia Locale - Abusava sistematicamente dei parcheggi per disabili utilizzando un permesso non suo. Nei guai un noto professionista di Porto Recanati che è stato pizzicato dalla Polizia Locale di Recanati. Sanzionato per uso irregolare di posteggio e denunciato a piede libero, ora dovrà rispondere all’autorità giudiziaria sui comportamenti tenuti. L'uomo era tenuto sotto controllo dagli agenti del locale comando anche grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza che lo hanno immortalato mentre posteggiava la sua berlina e collocava il permesso sul cruscotto nei parcheggi di Piazzale Clementoni nonostante ci fossero anche altri parcheggi blu (a pagamento) liberi. La pattuglia ha raggiunto immediatamente l'area mentre l'uomo si allontanava in gran fretta raggiungendo l'ascensore che porta in corso Persiani, ma davanti all'evidenza e al richiamo degli agenti è ritornato nella sua auto. A quel punto è stato costretto a mostrare il tesserino, malgrado un primo e maldestro tentativo di opporsi alla richiesta. Gli agenti hanno cosi' verificato che non era intestato a lui e lo hanno sequestrato facendo scattare la denuncia. Ora al vaglio della Procura di Macerata ci sono anche i filmati delle telecamere sparse in giro per il centro storico che hanno immortalato la sua auto piu' volte posteggiata negli spazi riservati ai portatori di handicap. È il secondo caso in pochi mesi in cui la Polizia Locale riesce a scovare soggetti responsabili di queste violazioni di particolare gravità sociale, ed è così che gli uomini in divisa vogliono dare una risposta immediata e con i fatti ai diversamente abili che vedono spesso i parcheggi occupati irregolarmente da auto. Rimane comunque l’amaro in bocca per i problemi di maleducazione, da parte di alcuni autisti che pensano a se stessi e non si rendono conto dei disagi che arrecano alle persone che hanno dei reali problemi di deambulazione. Il tutto malgrado la forte campagna di sensibilizzazione che negli ultimi mesi si è concretizzata anche con la realizzazione di una cartellonistica recante il messaggio "Vuoi il mio posto? prendi anche il mio handicap" su iniziativa dei Lions, della Polizia Locale e dell'Amministrazione comunale. Anche alla luce di quest'ultimo episodio i controlli saranno sempre più continui e sistematici, visto che da tempo sono stati aumentati i parcheggi per disabili nell’area del centro ed in tutto il territorio e che vede ora un numero congruo di stalli a servizio anche di chi ha difficoltà.

 

 

Letto 484 volte Ultima modifica il Giovedì, 29 Marzo 2018 17:53