Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Sabato, 05 Gennaio 2019 09:24

Epifania in Piazza Giacomo Leopardi con la befana che scende dalla torre e il mercatino dell'antiquariato

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dopo il capodanno della solidarietà presso il Convento dei Frati Cappuccini di Montemorello e lo spettacolo pirotecnico della mezzanotte,si chiude il ricco programma natalizio che tanto successo ha riscosso in termini di presenze e consensi. Questa domenica 6 gennaio l'appuntamento è a partire dalle 16,30 in piazza Giacomo Leopardi con uno degli eventi più attesi dai bambini che con lo sguardo all'insù seguiranno l'affascinante discesa della befana dalla Torre del borgo. La vecchina simbolo dell'Epifania si calerà infatti dalla Torre che è alta 36 metri per poi distribuire dolci e caramelle a tutti i bambini in un clima di festa reso ancora più suggestivo e coinvolgente dall'esibizione delle befane sulla pista di pattinaggio sul ghiaccio
della centralissima piazza Giacomo Leopardi. La festa dell'Epifania è accompagnata anche dal mercatino dell'antiquariato e dell'artigianato che si rinnova ogni prima domenica del mese. L'evento di questa domenica chiuderà il sipario sul cartellone natalizio realizzato  in sinergia con i commercianti, i comitati e le associazioni per una squadra che si è dimostrata ancora una volta vincente dopo i successi della scorsa estate. A testimoniarlo sono anche le numerose presenze che si sono registrate in città in questo periodo festivo, attratte dalle tante iniziative promosse a partire dall'8 dicembre come il planetario digitale al cortile di Palazzo Venieri che si appresta a programmare le ultime proiezioni, il presepe meccanizzato di Leandro Messi nella nuova location in via Passero Solitario con le sue tante novità a partire dall'effetto olfattivo,
e la presenza del manoscritto dell'Infinito di Giacomo Leopardi a Villa Colloredo Mels che apre ufficialmente le celebrazioni per i duecento anni dalla stesura di uno dei componimenti poetici più famosi al mondo in uno spazio che raccoglie anche alcune delle opere più significative di Lorenzo Lotto e il museo dell'emigrazione marchigiana nel mondo.

Ultima modifica il Sabato, 05 Gennaio 2019 09:29