Stampa questa pagina
Venerdì, 24 Novembre 2017 12:29

Giovani europei crescono

Vota questo articolo
(0 Voti)

scuola

Giovani europei crescono
Anche quest'anno l'Istituto Comprensivo B. Gigli di Recanati ha ottenuto le sovvenzioni da parte dell'Agenzia Nazionale LLP Italia per la realizzazione dei progetti Erasmus+. La scuola da parecchi anni si occupa della progettazione europea grazie al costante ed assiduo impegno della prof. Rosalba Modafferi che ne è la coordinatrice. Molti sono i paesi europei che docenti ed alunni hanno avuto modo di visitare nel corso degli anni ed altri lo saranno in futuro. Due nuovi progetti sono infatti stati approvati ed hanno avuto inizio. Il primo,  dal titolo "Historicalbordes in Europe: ancientlimits, new opportunities" coordinato dalla scuola spagnola IES Francisco de losCobos”,  vede come partner, oltre al nostro Istituto, la “ZákladníškolaKolín V., Mnichovická 62 della Repubblica Ceca, la “ZespolSzkol w Pobiedziskach” della Polonia e  la “Agrupamento de Escolas de Mogadouro” del Portogallo. Tre docenti dell’Istituto, Cavarape Leonardo, Modafferi Rosalba e Ave Pigini, si sono recati a Verzej, Slovenia, dal 22 al 26 Ottobre per partecipare al primo meeting. Il progetto durerà  2 anni e, durante l' incontro progettuale, si sono stabilite le date delle prossime mobilità, previste  in  Portogallo,  Polonia,  Repubblica Ceca e  Spagna, alle quali  parteciperanno studenti e docenti di ogni nazione. Il punto di partenza di questo progetto è portare l'Unione Europea (UE) più vicina ai nostri studenti  e diconseguenzaè stato scelto, come tema comune,  lo studio del concetto di "frontiera" e delle relazioni transnazionali tra i Paesi. Analizzando in modo globale le relazioni tra i diversi Paesi dell'Unione europea e cercando di capire come le difficoltà create dalle frontiere nazionali antiche siano state superate quando sono state sostituite da un sentimento di appartenenza all'UE, è un buon modo per portare i giovani adolescenti europei più vicini alla creazione dell'UE come un'identità sovranazionale.  Sono previste numerose attività prima, durante e dopo ogni incontro ( laboratori, visite, giochi, presentazioni  digitali dei paesi partecipanti, creazione  di un logo e di un dizionario multilingue, scambio di e- mails, approfondimenti storico-culturali e molto altro)finalizzati ad approfondire la conoscenza di tutti i paesi partecipanti nei vari aspetti: storici, culturali e sociali econ particolare attenzione all'evoluzione e ai cambiamenti dei propri confini .Incontro progettuale a Verzej. Il secondo progetto  dal titolo "New people, new friends, new horizons" è coordinato dall'Istituto Comprensivo della città siciliana di Mazzarino ed ha come partner  le seguenti scuole:  “Liemerscollege” dell’Olanda,  “6 GymnasioKavalas” della Grecia,  “NikolaideioGymnasio” di Cipro e “Brattebergsskolan” della Svezia . Ed è la bella isola di Cipro che ha visto svolgersi il primo degli incontri progettuali al quale hanno partecipato gli insegnanti delle sei scuole europee. E' proprio qui che, dal 1 al 5 di novembre, si sono riuniti i docenti per programmare gli incontri e le attività che vedranno impegnati studenti ed insegnanti nei prossimi due anni. Al meeting progettuale in rappresentanza del nostro Istituto hanno partecipato le professoresse Rosalba Modafferi e Marina Sorgentoni che insieme ai colleghi europei, in un clima di cordialità e condivisione hanno preso accordi sulle tematiche comuni da sviluppare e sulle quali focalizzare l'attenzione, stabilendo anche le date dei prossimi incontri,  il secondo dei quali sarà nella cittadina greca di Kavala in Grecia nel mese di febbraio 2018 al quale parteciperanno alunni ed insegnanti dei paesi partner. I progetti Erasmus sono molto importanti per le nostre scuole perché attraverso temi comuni quali  l'integrazione, l'inclusione, l'imprenditorialità,  l'immigrazione, lo sport ecc.. i paesi partner lavoreranno per incrementare la cooperazione transnazionale, incoraggiare l’apprendimento delle lingue straniere, accrescere nei ragazzi l’interesse e la  motivazione verso lo studio in generale e renderli consapevoli di essere cittadini d’Europa. Gli insegnanti punteranno su una formazione che valorizzi le diversità, che porti alla comprensione e all’accettazione dell’altro, sviluppando negli alunni stessi la cultura del rispetto e la consapevolezza della dignità umana e del valore di ogni essere umano. Su questi temi e valori l’Istituto Comprensivo “Gigli” ha sempre creduto grazie al sostegno ed alla partecipazione di tutto il personale della scuola, ai colleghi ed al Dirigente Scolastico prof. Giovanni Giri che per primo si adopera affinchè i nostri ragazzi abbiano sempre l'opportunità di aprirsi all'Europa e di crescere insieme ad essa.   

(in allegato il comunicato con le immagini)

 

Ultima modifica il Venerdì, 24 Novembre 2017 12:38