Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Mercoledì, 22 Aprile 2020 12:18

Emergenza coronavirus: conto corrente per effettuare le donazioni

Vota questo articolo
(0 Voti)

Per chi volesse effettuare una donazione destinata a fronteggiare l’emergenza sociale generata dall’attuale situazione sanitaria è possibile farlo attraverso il seguente conto corrente:

IT12S0876569130000000065262   intestato a Comune di Recanati Piazza Leopardi, 26 - aperto presso la Banca di Credito Cooperativo di Recanati e Colmurano

La causale da inserire per Servizi Sociali è: Emergenza coronavirus – misure urgenti di solidarietà

La causale da inserire per Protezione Civile è: Emergenza coronavirus – donazione Protezione Civile Recanati

Si ricorda che il D.L. n.18 del 17 marzo 2020 decreto “Cura Italia”, all’art. 66, stabilisce:

comma 1

Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

comma 2

Per le erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19, effettuate nell’anno 2020 dai soggetti titolari di reddito d’impresa, si applica l’articolo 27 della legge 13 maggio 1999, n. 133. Ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive, le erogazioni liberali di cui al periodo precedente sono deducibili nell’esercizio in cui sono effettuate.

comma 3

Ai fini della valorizzazione delle erogazioni in natura di cui ai commi 1 e 2, si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli articoli 3 e 4 del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del 28 novembre 2019.

Le donazioni in denaro, che integrano eventuali fondi nazionali e/o regionali, sono finalizzate:

1) a sostegno delle famiglie per l'acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità presso gli esercizi commerciali contenuti nell'elenco pubblicato dal Comune nel proprio sito istituzionale;

2) a sostegno delle famiglie con figli studenti, per l’acquisto di attrezzature per la didattica a distanza;

La platea dei beneficiari, relativamente ai punti 1) e 2), ed il relativo contributo saranno individuati dall'ufficio dei servizi sociali del Comune tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall'emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli

in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali, con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico;

3) a sostegno delle imprese del territorio con finalità sociali, per ridurre gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19;

4) per l’acquisto di mascherine, finalizzate al contenimento e al contrasto della diffusione del COVID-19, da destinare ai cittadini.

IL 5 PER MILLE AL TUO COMUNE

Si ricorda inoltre che tutti i contribuenti potranno, in sede di compilazione delle loro denunce dei redditi (modello Unico, CUD, Modello 730) scegliere di destinare il 5 per mille dell’IRPEF, al proprio Comune di residenza, che utilizzerà queste risorse per lo svolgimento di attività sociali

 

 

Letto 187 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Aprile 2020 12:05