Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Industriali. Pitto, Eugenio (detto Stelio) e Rodolfo, sono stati artigiani ed ebanisti famosi in tutto il mondo. Eugenio (1861-1932), ebbe sette figli. Nel 1910 oltre alla produzione del mobile, l’ attività lavorativa comprendeva parti in legno per macchine agricole, trebbiatrici e fisarmoniche. Eugenio Maggini ottenne l’onorificenza di Cavaliere nel 1929. Negli anni ’30 la ditta fece forniture al Comune di Recanati (gabinetto del Sindaco, sala Giunta, alcune poltroncine e tavolo in stile barocco laccate e decorate in oro per l’Aula Magna) e a Beniamino Gigli per la sua villa a Montarice di Porto Recanati. Dopo la morte di Eugenio la gestione della ditta passò ai figli. L’ industria fu premiata il 31 marzo 1963 con la Medaglia d’Oro per il premio fedeltà al Lavoro e Progresso Economico, La Commenda della Repubblica Italiana, quella di San Silvestro da parte di Papa Giovanni XXIII, quella di San Gregorio ed infine il Premio Nazionale Leader del Commercio. Negli anni sessanta la fabbrica di mobili dei Fratelli Maggini era a Castelnuovo, nel vecchio edificio delle ex Clarisse e dieci anni dopo lasciò l'antico quartiere per trasferirsi in località Palazzo Bello sino al 1988, quando chiude, dopo un secolo di vita.