Stampa
Il duomo è la chiesa principale di un centro urbano. È spesso anche la cattedrale della diocesi. La parola duomo deriva dal vocabolo latino domus che nell'antica Roma significava casa. Dopo la caduta dell'Impero Romano e le invasioni barbariche avvene un cambio linguistico come conseguenza di nuove condizioni di vita, nuove lingue e termini stranieri. Finora la parola casa ebbe il significato di catapecchia, baracca o tugurio, cioè, un casa di bassa qualità dove abitavano persone povere. Sostituì quindi al termine domus e questo venne riservato soltanto alla casa di Dio. Da questo momento il duomo si riferisce alla chiesa principale di una città. Questo termine perdura soltanto in italiano e in germano, come Dom. Di solito si confonde il termine Cattedrale /Basilica con il termine Duomo: "La basilica è, letteralmente, la casa del re e cioè del Signore. Viene infatti dal greco basileus, che significa re, e da oikos, che vuol dire casa. Ogni chiesa, quindi, può essere considerata una basilica, ma la Chiesa attribuisce solo ad alcune di esse tale definizione: ciò avviene in funzione della loro importanza e valore artistico. Oltre a questo, la basilica deve possedere i mezzi necessari a mantenere il decoro richiesto dal titolo. Il duomo, dal latino domus (casa), è sempre la casa di Dio ed è la chiesa più importante di una città, per lo più in stile gotico con pilastri e volte che ne esaltano lo slancio in verticale. Se il duomo si trova presso una città che è sede vescovile, prende il nome di cattedrale, ossia la chiesa principale della diocesi, detta così perché il vescovo ha lì il suo trono o “cattedra”." Da focus.it  
Categoria: Vie Recanati