Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

spesso conosciuto come Girolamo Lombardi, (Ferrara, 1506 – Recanati, 1590), è stato uno scultore italiano. Nato a Ferrara nel 1506, Girolamo era figlio dell'architetto e scultore Antonio Lombardo, perciò abiatico di Pietro Lombardo originario di Carona, ed inoltre era fratello di Lodovico e di Aurelio, anch'essi scultori.Girolamo si formò nella bottega paterna a Ferrara per poi trasferirisi successivamente a Venezia per continuare la formazione con Jacopo Sansovino, con il quale, tra il 1532 e il 1540, collaborò nella Libreria Marcianae nella Loggetta del campanile di San Marco a Venezia.La sua presenza è documentata a Loreto a partire dal 1543, dove già da alcuni anni era attivo il fratello Aurelio e dove vennero raggiunto verso il 1550 anche dal terzo fratello, Ludovico.Verso il 1552 Girolamo si trasferì con i fratelli a Recanati ed aprirono una fonderia, dando vita ad un'importante polo fondiario dell'Italia centrale, passando la matura tecnica veneta a tutti gli operatori della feconda bottega. La scuola scultorea recanatese proseguì nelle generazioni successive con Tiburzio Vergelli di Camerino, Antonio Calcagni (padre di Michelangelo Calcagni, scultore), Sebastiano Sebastiani, Tarquinio e Pier Paolo Jacometti, Gianbattista Vitali. I figli Antonio, Pietro e Paolo saranno anche loro validi scultori e fonditori in bronzo. Recanati, Sepolcro di Francesco Alberici: busto, (1574) Museo diocesano. Loreto, Statua di Sisto V, Basilica. Loreto, Porta della Basilica. Ascoli, Statua di Gregorio XII, (1574), eseguita per la città di Ascoli, fu distrutta dai soldati francesi. Cingoli, Altare, Chiesa di San Esuperanzio, Loreto, Croce e apostoli, eseguito per il governatore di Loreto andò disperso. Annibal Caro: busto, Fermo, Ciborio, Cattedrale. Rovigo, Candelabro bronzeo (attribuito), Duomo.