Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Cesare Peruzzi nasce nel 1894 a Montelupone, dove si avvicina, giovanissimo, all’arte. Alla luce della sua passione per il disegno e la pittura, la famiglia lo iscrive all’Accademia di Belle Arti di Roma. La frequenza dell’Istituto viene interrotta a causa della guerra, quando viene arruolato nel fronte albanese. Tornato in Italia, termina gli studi e si iscrive all’Accademia di Francia dove approfondisce il disegno dal vero, soprattutto il nudo. Il suo esordio artistico avviene a Roma nel 1915 in occasione della Mostra Internazionale "Secessione", dove espone insieme a grandi protagonisti come Degas, Cezanne, Renoir, Guidi e Casorati. Nel 1927, poco più che trentenne e da poco sposato con Maria Giochi, va a vivere nella villa di Chiarino, nei pressi di Recanati. In quegli anni egli è già un artista conosciuto e apprezzato. Cesare Peruzzi non è stato solo pittore, ma anche insegnante di disegno presso le scuole medie per oltre quarant’anni, non tralasciando naturalmente la sua intensa attività e la sua carriera artistica. Instancabile pittore dedica circa ottant’anni della sua vita all’Arte, realizzando molte opere nelle quali è evidente il contatto con il mondo impressionista, nello specifico nel modo di affrontare il tema del colore e della luce. Muore a Recanati il 28 gennaio 1995, quasi centenario.