Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Nel retro del Palazzo Leopardi è situato il convento di Santo Stefano Chiesa Parrocchiale già nel 1394 e monastero di monache francescano istituito nel 1443 fu soppresso nel 1486. La fabbrica del monastero ha inizio nel 1507 mentre diviene attivo con l’ingresso delle monache nel 1535. Infatti è permessa la fondazione nel 1502 con Breve di Alessandro VI e l’obbligo da porsi sotto la regola di San Francesco e Santa Chiara. La Chiesa dedicata a Santo Stefano nel 1691 è strutturata con soffitti a volta e completata con notevoli apparati e stucchi. Il Monastero viene soppresso nel 1810 dal governo francese, disperdendo un ricco patrimonio d’arte, proprietà del convento ( dipinti del Pomarancio, del Fanelli, ecc). La presenza delle figlie del Sacro Cuore giunte da Bergamo nel 1852 favorisce una serie di restauri alla Chiesa e al Convento nel 1928. Per molti decenni a cura delle suore furono affidate e educate le giovinette della borghesia recanatese. Attualmente il complesso di proprietà comunale è in fase di ristrutturazione e con destinazione d’uso pubblico, come sede per convegni e manifestazioni culturali relative alle attività del Centro Mondiale della Poesia.