Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

E' il 19 gennaio del 1963 quando, in una tragica serata invernale, nei pressi di Tolentino, a causa di un incidente automobilistico per via dell'abbondante nevicata, perdono la vita due brillanti giovani recanatesi: l'avvocato Giuseppe Campagnoli ed il dott. Bruno Pancotto, amici inseparabili e accumunati anche nella morte per via di un tragico destino.
Giuseppe Campagnoli stava rientrando dalla Capitale per fare una breve visita a Recanati ai genitori, accompagnato dagli amici Bruno Pancotto e Franco Bartolacci, entrambi alle dipendenze dell'Eni a Roma.
Un viaggio piuttosto difficoltoso per via della neve, iniziato verso le 19 con arrivo previsto poco dopo mezzanotte. Una ipotesi destinata ad essere smentita perchè erano già passate le due quando si trovavano ancora nei pressi di Tolentino, luogo dove si è poi verificato il drammatico incidente a seguito dell'urto contro un muretto di un ponte invisibile all'occhio umano proprio per via della neve.
Franco Bartolacci, che si era da poco sdraiato sul sedile posteriore per riposarsi un poco è l'unico a non subire conseguenze nel violento impatto. 

 

It was January 19, 1963 when, in a tragic winter evening, near Tolentino, due to a car accident due to the heavy snowfall, two brilliant young Recanatesi lost their lives: the lawyer Giuseppe Campagnoli and dr. Bruno Pancotto, friends who are united even in death due to a tragic fate.
Giuseppe Campagnoli was returning from the capital for a short visit to his parents in Recanati, accompanied by friends Bruno Pancotto and Franco Bartolacci, both employed by Eni in Rome.
A rather difficult journey due to the snow, which began around 7 pm with an expected arrival shortly after midnight. A hypothesis destined to be denied because it was already after two o'clock when they were still near Tolentino, the place where the dramatic accident occurred following the collision against a wall of a bridge invisible to the human eye because of the snow.
Franco Bartolacci, who had recently laid down on the back seat to rest a little, is the only one not to suffer consequences in the violent impact.