Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Uno dei più preparati e geniali “imprenditori edili” che Recanati abbia avuto dall’inizio del 1900 fino agli anni ’50. I manufatti di abbellimento delle costruzioni realizzate, venivano, da Luigi Mandolini prima disegnati poi modellati in terracotta e trasformati in stampi dai quali ricavava i modelli voluti. Ha lavorato per lungo tempo alla costruzione di villa Gigli ed ha completamente realizzato la cappella dell’ Istituto Santo Stefano, ora centro mondiale della poesia. Per primo a Recanati utilizzò il cemento armato nella costruzione del “Cinema Nuovo”. Fu un grande maestro per moltissimi giovani ai quali dava insegnamenti sia teorici che pratici per l’ apprendimento del mestiere.