Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Il vicolo di S. Michele è uno degli angoli più suggestivi della città di Recanati. Esso fiancheggia il Teatro Persiani e mostra una veduta panoramica che va dai Monti Sibillini al Mare Adriatico. Il nome è riferito all’arcangelo Michele è ricordato per aver difeso la fede in Dio contro le orde di Satana. Michele, comandante delle milizie celesti, dapprima accanto a Lucifero (Satana) nel rappresentare la coppia angelica, si separa poi da Satana e dagli angeli che operano la scissione da Dio, rimanendo invece fedele a Lui, mentre Satana e le sue schiere precipitano negli Inferi. Nel calendario liturgico cattolico si festeggia come "San Michele Arcangelo" il 29 settembre, con San Gabriele Arcangelo e San Raffaele Arcangelo. La Chiesa di San Michele era detta anticamente Chiesa di San Michele in Ponticello, da un ponte che poteva essere la congiunzione degli estremi di una valletta nell’area della chiesa. E’ una delle più antiche di Recanati, esisteva già nell’anno 1234. Nel 1650 circa con Bolla di Innocenzo XII è unita come parrocchia alla Chiesa di San Flaviano. Nel 1783 viene restaurata su disegno di Carlo Orazio Leopardi.