Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

REFERENDUM COSTITUZIONALE CONFERMATIVO (Ex art. 138 della Costituzione per l’approvazione del testo della legge costituzionale concernete “Modiche agli artt. 56,57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”) – DOMENICA 20 E LUNEDI’ 21 SETTEMBRE 2020 ELETTORI TEMPORANEAMENTE RESIDENTI ALL’ESTERO CHE INTENDONO VOTARE PER CORRISPONDENZA - ADEMPIMENTI

pdf Temporaneamente all'estero opzione votare per corrispondenza (320 KB)

pdf ModelloOpzioneVoto Referendum 2020 (610 KB)

pdf Elenco paesi (62 KB)

 

INDIZIONE DEI COMIZI ELETTORALI:

  • Elezione del Consiglio e del Presidente della Giunta Regionale delle Marche di domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020
  • Referendum Costituzionale di domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020 inerente la riduzione del numero dei parlamentari

pdf Manifesto indizione comizi elezioni regionali (671 KB)

pdf MANIFESTO INDIZIONE COMIZI referendum (185 KB)

 

Referendum 20-21 settembre 2020. Elettori temporaneamente all'estero – Esercizio dell’ opzione di votare all’estero per corrispondenza entro il 19 agosto p.v.

L'art. 4-bis, comma 2, della legge n.459/01, modificato da ultimo dall'articolo 6, comma 2, lett. a), della legge 3 novembre 2017, n.165, prevede che l'opzione di voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all'estero pervenga direttamente al comune d'iscrizione nelle liste elettorali entro il trentaduesimo giorno antecedente la data di votazione e, quindi, entro il 19 agosto p. v., in tempo utile per l'immediata comunicazione al Ministero dell'interno.
L'opzione dovrà pervenire al comune per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona diversa dall'interessato.

Recapiti : e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  tel: 0717587233 e/o 7587230

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio URP presso i servizi demografici : tel: 0717587 303 (per la consegna a mano – telefonare prima per l’appuntamento 

Si allega il modello di dichiarazione di voto all’estero per corrispondenza e se inviato o presentato da persona diversa es: un familiare la domanda deve essere corredata di copia di un documento d'identità valido dell'elettore all’estero.  La domanda può essere fatta anche in carta libera ma deve riportare tutte le indicazioni e dichiarazioni contenute nel modulo allegato.

Con riferimento al requisito della presenza dell'elettore all'estero per un periodo minimo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione, si ritiene che tale espressa dichiarazione resa dall'elettore debba ritenersi valida ai fini dell'esercizio del diritto di voto all'estero; ciò, anche se l'interessato non si trovi all'estero al momento della domanda stessa, purché il periodo previsto e dichiarato di temporanea residenza comprenda la data stabilita per la votazione.
Quanto sopra, al fine di tutelare il diritto di elettorato attivo, garantendo comunque la corretta organizzazione e la regolarità del procedimento elettorale.

Tale modello - come di consueto in formato PDF editabile con alcuni campi obbligatori – è formulato in modo da poter essere utilizzato da tutti i temporanei all'estero aventi diritto al voto per corrispondenza, ivi compresi gli elettori di cui ai commi 5 e 6 del citato art.4-bis. 
Eventuali opzioni pervenute con un diverso modello sono comunque da considerarsi valide, purché conformi a quanto prescritto dal comma 2 del medesimo articolo 4-bis.

Può presentare opzione di voto per corrispondenza come temporaneo all'estero per motivi di lavoro, studio e cure mediche anche chi risulta residente all'estero nel territorio di altra sede consolare, ovvero chi svolge il Servizio civile all'estero.

Si segnala, infine, che per i familiari conviventi dei temporaneamente all'estero aventi diritto al voto per corrispondenza la legge non richiede il periodo previsto di tre mesi di temporanea residenza all'estero.

pdf Modello opzione temporanei estero referendum 2020  (596 KB)

 

L. Elezioni – Le novità per il turno elettorale del 2020 

Il Senato ha convertito definitivamente in legge, nello stesso testo uscito dalla Camera, il D. L. 20 aprile 2020, n. 26 relativo alle consultazioni elettorali per l’anno 2020, con il quale si è deciso di concentrare le operazioni elettorali per l’anno 2020 precedentemente procrastinate per l’emergenza Covid.

Si tratterà di due giornate di votazione, come accadeva alcuni anni fa, in virtù della concentrazione elettorale e delle necessità di distanziamento che potrebbero rallentare alcune operazioni.

  • Con Decreto del Presidente della Repubblica (testo allegato) del 17.07.2020 è indetto il referendum popolare confermativo avente il seguente quesito: «Approvate il testo della legge costituzionale concernente "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019».

I comizi sono convocati dalle ore 7,00 alle ore 23,00 nella giornata di domenica 20
settembre 2020 e dalle ore 7,00 alle ore 15,00 nella giornata di lunedì 21 settembre 2020.

  • Con successivo Decreto del Presidente della Regione Marche (testo allegato) sono i comizi per l’elezione del Consiglio e del Presidente della Giunta regionale delle Marche sono
    convocati per domenica 20 settembre 2020 e lunedì 21 settembre 2020.
    Le operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 7,00 alle ore 23,00 nella giornata di domenica 20 settembre 2020 e dalle ore 7 alle ore 15 nella giornata di lunedì 21 settembre 2020.

Con lo stesso D.L. è stato ridotto ad un terzo il numero minimo di sottoscrizioni richieste per la presentazione di liste e candidature nelle elezioni regionali (salva diversa determinazione della Regione Marche) dell’anno 2020.

Si allegano i decreti di indizione del Referendum costituzionale

 

pdf Decreto Presidente della Repubblica indizione Referendum Costituzionale (294 KB)

pdf Decreto Presidente Regione Marche indizione comizi elettorali (313 KB)

 

 

OPZIONE DEGLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO PER L’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO IN ITALIA IN OCCASIONE DEL REFERENDUM COSTITUZIONALE EX ART. 138 DELLA COSTITUZIONE INDETTO PER IL 20 E 21 SETTEMBRE 2020

Gli elettori italiani residenti all'estero, ai sensi della legge 459/2001 e del relativo regolamento di attuazione approvato con DPR 104/2003, votano per corrispondenza. 

Per votare in Italia è necessaria apposita e tempestiva opzione, da esercitare in occasione di ogni consultazione popolare e valida limitatamente ad essa.

In particolare, nel caso di specie, il diritto di optare per il voto in Italia, ai sensi degli artt.1, comma 3, e 4 della legge n. 459/2001 nonché dell'art.4 del DPR 104/2003, deve essere esercitato entro il decimo giorno successivo all'indizione del referendum (intendendo riferito tale termine alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di indizione) e cioè entro il prossimo 28 luglio 2020, preferibilmente utilizzando il modello allegato

L'opzione dovrà pervenire entro il termine sopraindicato all'Ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza dell'elettore e potrà essere revocata con le medesime modalità ed entro gli stessi termini previsti per il suo esercizio. 

Qualora l’opzione venga inviata per posta, l'elettore ha l'onere di accertarne la ricezione,  da parte dell'Ufficio consolare, entro il termine prescritto.

 

pdf Modulo di opzione Referendum 20 21 09 2020 (487 KB)