Attorno al fuoco con gli Acholi reportage fotografico sul nord Uganda a scopo umanitario

La Galleria Marconi  Casa della Speranza in collaborazione con la Croce Gialla di Recanati ed il Patrocinio del Comune presenta “Attorno al fuoco con gli Acholi ” la mostra fotografica allestita a scopo umanitario a Recanati ( 13-17 agosto) presso la Torre Civica. L’installazione si compone di circa 35 foto inedite sulla vita nei campi profughi del nord Uganda, esposte per raccogliere fondi da destinare alla tribu’ degli Acholi, in particolare per i progetti che l’Associazione Casa della Speranza sta realizzando nella parrocchia di Atanga distretto di Pader. La scelta delle foto vuole raccontare la vita quotidiana degli Acholi – un ideale cammino, dal mattino fino a sera. Sia la scelta delle inquadrature, sia la decisione di privilegiare alcuni aspetti piuttosto che altri, riflettono un preciso intento: porgere il sorriso e la dolcezza che si riesce a cogliere sul viso degli Acholi, nonostante anni di violenze ripetutamente subite. L’iniziativa nasce dal desiderio di aiutare concretamente questo popolo che per venti anni ha vissuto nei campi profughi a causa dei violenti scontri armati tra i guerriglieri di Lord Resistance Army e le forze governative ugandesi. Il conflitto ha costretto la popolazione del Nord Uganda a vivere in campi per sfollati. In questo periodo 100 mila persone sono morte, 25 mila bambini sono stati rapiti per combattere, un milione e mezzo di persone sono state costrette a lasciare le loro case e a vivere in accampamenti per rifugiati. In una recente intervista il Vice-Segretario Generale dell’ONU Jan Egeland ha così commentato: ” Quello del nord Uganda è uno dei peggiori disastri umanitari del mondo e noi, come Nazioni Unite, abbiamo fatto troppo poco “. Da circa due anni sono iniziati i peace talks, dialoghi di pace, tra il Governo dell’Uganda e i ribelli. Questa tregua ha consentito alla popolazione di cominciare una lenta rinascita, anche se ancora oggi gran parte degli Acholi vive nei campi profughi e la paura ed il terrore non sono scomparsi. La mostra è stata ideata per un duplice scopo: informare l’opinione pubblica e raccogliere un aiuto concreto da destinare alla parrochia di Atanga. I liberi contributi raccolti tramite la vendita delle fotografie saranno consegnati a Don Ciprian Ocen P’Akece e verranno utilizzati a finanziare le seguenti iniziative: Dispensario Medico, Nursery, sostegno allo studio . Vi aspettiamo numerosi presso la Galleria Marconi di Cupra Marittima con l’augurio che presto il popolo degli Acholi possa trovare una stabile serenità di vita.

Data di pubblicazione:
16/08/2012
facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password